EX DISCARICA VILLA CARMINE LE CISTERNE DELLE VERGOGNA E LA REPLICA ALL’ASSESSORE PAOLO CILLI

Il comune mette all’asta, le cisterne per il percolato, come nuove dopo 15 anni. Tempo e soldi pubblici buttati, percolato ancora nel fiume.

La giunta comunale con delibera n.18 del 24 gennaio 2020, ha autorizzato la messa all’asta di “6 cisterne Inox ex discarica”. Da qualche giorno, le poche righe dell’avviso campeggiano tra le altre notizie sulla home page del sito web del comune di Montesilvano. Quei 6 serbatoio che il comune vende sono il manifesto delle inadempienze, dei ritardi, dello sperpero di denaro pubblico, delle amministrazioni comunali di Montesilvano e della Regione Abruzzo per la mancata messa in sicurezza e bonifica della discarica di Villa Carmine e del sito di bonifica Saline-Alento. Un manifesto alla vergogna e all’inadeguatezza dei politicanti di centrodestra e centrosinistra.

VIALE ABRUZZO – LAVORI BANDA LARGA: ASFALTO RIPRISTINATO MA TOMBINI OTTURATI. A CHI SPETTA LA PULIZIA?

Incerto il futuro della banda larga a Montesilvano, dopo l’annuncio del Comune di Montesilvano di revocare la convenzione con Open Fiber, visti i numerosi disagi provati e le modalità di svolgimento dei lavori. Sono lontanissimi i proclami trionfalistici di maggio 2019  e ottobre 2019.

NATALE AMARO PER LE LAVORATRICI DELLE MENSE SCOLASTICHE.

BASTA SOSPENSIONE DEI CONTRATTI DURANTE LA CHIUSURA DELLE SCUOLE. L’AZIENDA APPLICHI L’ACCORDO FATTO A PESCARA. IL COMUNE SOSTENGA LA VERTENZA DI SINDACATI E LAVORATRICI

Nei giorni scorsi le organizzazioni sindacali FILCAMS-CGIL e UilTucs, comune di Pescara e Serenissima Ristorazione Spa, che si occupa del servizio mense sia Pescara che a Montesilvano, hanno sottoscritto uno storico accordo che prevede per le lavoratrici e i lavoratori la non sospensione dei contratti durante la chiusura delle scuole per le festività come ad esempio a Natale, nel territorio del comune di Pescara. Un accordo che restituisce dignità e salario a chi ogni giorno si occupa di fornire il pasto ai bambini e alle bambine delle scuole pescaresi.

GIOVANI COMUNISTE\I E RIFONDAZIONE AL FIANCO DI MIGLIAIA DI STUDENTI E STUDENTESSE A PESCARA.

STOP AL CONSUMO DI SUOLO E ALLE FONTI ENERGETICHE FOSSILI. PD E 5 STELLE DIANO LO STOP ALLA CENTRALE SNAM DI SULMONA

Secondo l’IPCC, International Panel on Climate Change dell’ONU, abbiamo 11 anni per vincolare i governi a scelte energetiche, produttive e economiche, che frenino l’aumento delle temperature e le immissioni di CO2 prima che il processo diventi irreversibile.

La questione climatica è strettamente connessa alla salute, alla giustizia sociale, alle migrazioni, alla difesa del territorio, alla riconversione in chiave di tutela ambientale e del lavoro. È in gioco il futuro della nostra vita sul pianeta Terra, l’unica che abbiamo. Chi nega i cambiamenti climatici è folle e pericoloso.