COVID19-ACQUA-ACA I NODI VENGONO AL PETTINE. PERDITE IDRICHE OLTRE IL 55% CON PUNTE DEL 99%.

CAMBIO CLIMATICO E MALAGESTIONE PRESENTANO CONTO AMARO.
TUTTI SI IMPEGNINO PER IL RISPARMIO IDRICO.
SENZA VERGOGNA GLI APPELLI DELL’ACA SPA E DELL’IGN. LORENZO LIVELLO.
COME FA UN CONDANNATO AD AVERE ANCORA INCARICHI IN ACA?

Il cambiamento climatico è una realtà e gli effetti si fanno sentire sulla nostra quotidianità, chi lo nega è pericoloso. È stato un altro inverno senza neve e le sorgenti anche in Abruzzo sono in sofferenza e si abbassano sempre di più. È fondamentale per il nostro futuro impegnarsi per il risparmio idrico, la salvaguardia delle sorgenti, la ripubblicizzazione  e il controllo popolare delle aziende acquedottistiche, mettendo fine alle S.p.A.

MONTESILVANO NON C’È TREGUA PER LE SIEPI E LE TAMERICI LUNGOMARE. SI METTONO IN PERICOLO CICLISTI E AUTOMOBILISTI. SUBITO RIPRISTINO PER EVITARE SABBIA SULLA CARREGGIATA.

IL REGOLAMENTO COMUNALE VIETA SEMPRE LE CAPITOZZATURE E, TRA MARZO E LUGLIO, ABBATTIMENTI E POTATURE.

La Giunta De Martinis di centrodestra, come quella Maragno che l’ha preceduta (sono sempre gli stessi, con qualche vecchia conoscenza e i soliti cambia casacca) ignora e viola il “Regolamento per la tutela e l’igiene del verde pubblico e privato” del comune.

In questi giorni la Giunta comunale ha raso al suolo le siepi, ha abbattuto alcune tamerici, e capitozzato quelle rimaste nel tratto del lungomare tra Via Marinelli e Viale Europa. Invece di ripristinare la siepe rimossa nel tratto “Jova Beach Party” si persevera incomprensibilmente nei medesimi errori. Oltre al danno ambientale e paesaggistico si reitera un grave rischio per ciclisti e automobilisti per il pericolo di sabbia sulla carreggiata.

COMUNE, REGIONE DI CENTRODESTRA E ASL HANNO INAUGURATO UNA STRUTTURA CHE NON RISPETTAVA LA NORMATIVA ANTINCENDIO?

NUOVO DISTRETTO SANITARIO MONTESILVANO UNA VERGOGNA LUNGA 25 ANNI.

Il progetto del nuovo distretto sanitario fu avviato nel 1995, i lavori partirono nel 2010, ma distanza di 25 anni dall’avvio del progetto e a 10 anni dall’inizio dei lavori il nuovo distretto è un miraggio. Dopo aver investito 3.400.000 euro più spese per i contenziosi, serviranno altri 809.000 euro stanziati dalla Giunta regionale per “l’adeguamento e la messa a norma ai fini della prevenzione incendi del Distretto sanitario di Base di Montesilvano.”  http://www.regione.abruzzo.it/content/giunta-i-provvedimenti-adottati-nella-seduta-di-oggi [4 marzo 2020]

REFERENDUM. SCRUTATORI LOTTIZZATI. E’ VIRUS CATTIVA POLITICA

PER FARE LO SCRUTATORE A MONTESILVANO SERVE ANCORA LA RACCOMANDAZIONE DI UN POLITICANTE. I 158 SCRUTATORI DEVONO ESSERE SORTEGGIATI, BASTA UMILIAZIONI.

Ci auguriamo che il Consiglio dei Ministri rinvi la data del referendum costituzionale previsto per domenica 29 marzo, è evidente che non ci sono le condizioni per svolgere una serena campagna elettorale, a maggior ragione dopo le misure approvate nella giornata di ieri per il contenimento dei contagi da Coronavirus.
In ogni caso  giovedì 6 marzo 2020, alle ore 09.30 è convocata la commissione elettorale in Comune a Montesilvano per procedere alla nomina degli scrutatori per il referendum di domenica 29 marzo.