MONTESILVANO ACQUE NERE E MALEODORANTI IN MARE. AMMINISTRAZIONE MINACCIA QUERELA.

Il comunicato che segue è stato inviato intorno alle ore 12 del 25 agosto.  Nel pomeriggio è arrivata la replica dell’Assessore Aliano. L’amministrazione di centrodestra ha espresso l’intenzione di ricorrere a querela. Il comunicato dell’Assessore è stato inviato intorno alle 18 del 25 agosto. La stringa di salvataggio del pdf dell’ordinanza 44 pubblicata sull’albo pretorio riporta 17,53 del 25 agosto. Non è possibile risalire all’orario di pubblicazione sull’albo delle due ordinanze 44 e 45 che vietano per 48 ore la balneazione nei tratti di spiaggia antistante Via Leopardi /Via Dante e Fosso Mazzocco. Fino alle 19 del 25 agosto le ordinanze non risultavano pubblicate, come non c’erano avvisi sui canali social del comune (facebook e telegram) e sul sito web. Il comune di Pescara aveva pubblicato l’ordinanza di divieto temporaneo di balneazione  nel tratto di proprio interesse già nella mattinata del 25 agosto.  

DISCARICA VILLA CARMINE, MARSILIO TAGLIA I FONDI E LA GIUNTA DE MARTINIS BRINDA IN RIVA AL MARE

REGIONE E GOVERNO RINVIANO LA BONIFICA DEL SIR SALINE-ALENTO. DEFINANZIAMENTO FRUTTO DI “BASSO LIVELLO DI PROGETTAZIONE”

Il 29 dicembre 2018 il governatore Marco Marsilio insieme a Giorgia Meloni lanciò la sua candidatura a presidente della Regione Abruzzo proprio dalla foce del fiume Saline, sito di bonifica di interesse regionale. Come Rifondazione Comunista avevamo denunciato da subito l’operazione passerella e non abbiamo mai smesso in questi mesi di lanciare allarmi  sullo stato di abbandono del sito e sui ritardi della messa in sicurezza dell’ex discarica di Villa Carmine e di bonifica del SIR Saline-Alento. 19 mesi dopo Marsilio ha tradito il Fiume Saline e i cittadini di Montesilvano.

ACA EXTRA-COSTI MOROSITÀ IN BOLLETTA PER PAGARE DEBITI MALAGESTIONE

NUOVE TARIFFE – ACA, ERSI E MAGGIORANZA DEI SINDACI TRADISCONO REFERENDUM ACQUA PUBBLICA.

ACA: PERDITE IDRICHE 9 VOLTE IL VALORE OTTIMALE E 16 MILIONI DI EURO DI MOROSITÀ DA RECUPERARE CON UNA PERCENTUALE ANNUALE DOPPIA RISPETTO A QUELLA STANDARDIZZATA

TARIFFA TICSI DI ARERA UN MECCANISMO INFERNALE IN BOLLETTA ANCHE “MAGGIORI COSTI” CAUSA COVID. PROFITTI GARANTITI PER I GESTORI, AUMENTO DELLE BOLLETTE E NESSUN CONTROLLO SULLE PERDITE IDRICHE.

L’Aca Spa è in concordato preventivo in continuità aziendale con decreto 45/2013 del Tribunale di Pescara fino al 2022. Libri in tribunale e debiti frutto della malagestione del partito dell’acqua che come Rifondazione e Forum H2o non abbiamo mai smesso di denunciare, tra scandali, inchieste e arresti.

SPIAGGE LIBERE CENTRODESTRA DISATTENDE ORDINANZA REGIONALE. DALLA APP ALLA CARTELLONISTICA GLI ANNUNCI DELL’ASSESSORE ALIANO SI SGONFIANO COME PALLONCINI AL SOLE.

Le spiagge libere di Montesilvano a partire dalle aree più estese tra gli stabilimenti la “Riviera” e la “Rosa dei Venti” e tra “Sabbia d’oro” e “Bagni Bruno” sono prive della cartellonistica multilingue nei punti di accesso per le misure di prevenzione del covid-19.La giunta di centrodestra De Martinis a stagione balneare ormai al termine non è stata neppure in grado di applicare le misure previste dall’ordinanza regionale n.74. La Regione aveva messo anche fondi a disposizione dei Comuni.

Gli annunci dell’assessore Anthony Aliano dalla APP alla cartellonistica, passando per i chioschi si sono sgonfiati come palloncini al sole.