Tag Archives: inquinamento

COSA POTREBBE ACCADERE A MONTESILVANO CON UN CEDIMENTO DELL’ARGINE DEL FIUME SALINE?

Comunicato stampa 28 gennaio 2014

argine retrostante Portoallegro_PalacongressiLettera  alle  autorità competenti per scangiurare quanto avvenuto nel modenese in seguito alla rottura dell’argine del secchia

Questa mattina abbiamo inviato una lettera al Sindaco del Comune di Montesilvano Attilio Di Mattia, al Commissario ad acta per l’ex discarica Villa Carmine Domenico Orlando, all’Assessore provinciale per il Servizio Genio Civile Mario Lattanzio, al Servizio Genio Civile della Provincia di Pescara e per conoscenza al Prefetto di Pescara Vincenzo D’Antuono per  mettere al corrente le autorità competenti della grave situazione in cui versano due tratti sensibili del Fiume Saline.

CHE ARIA TIRA A MONTESILVANO?

Comunicato stampa 16 gennaio 2014

In 10 dei primi 12 giorni dell’anno l’aria è risultata pessima o scadente.

L’unica centralina per il rilevamento della qualità dell’aria presente a Montesilvano, situata in Corso Umberto I, sul marciapiede che costeggia il parcheggio antistante il complesso residenziale “Il Cormorano”,  nei primi 12 giorni del nuovo anno  ha rilevato , in una scala da PESSIMO a BUONO, che l’aria respirata è risultata pessima o scadente in una percentuale superiore all’ 80% dei giorni. In base al livello degli inquinanti rilevati, tra cui biossido di azoto, benzene, monossido di carbonio, PM10 e PM2.5, l’aria che i cittadini hanno respirato è risultata in 3  giorni  PESSIMA, in 7 giorni SCADENTE, in un solo giorno ACCETTABILE e  in nessun giorno BUONA. La giornata del 10 gennaio non presenta dati rilevati.  (fonte sira.artaabruzzo.it)

RIAB\ITROFER: EMISSIONE DI SOSTANZE NOCIVE NELL’ARIA: PATTEGGIA IMPRENDITORE DI MONTESILVANO

Il Comune di Montesilvano non si è costituito parte civile. (le vicende contestate vanno dal 2008 al 2010)

Plauso a quei cittadini, abbandonati dalle precendenti amministrazioni, che si sono battuti contro un ‘azienda che ha ammesso di aver inquinato ed hanno così fatto valere i propri diritti. Un esempio per tutta la cittadinanza. L’attuale amministrazione ha il dovere di mantenere alta l’attenzione, per garantire tutela dell’ambiente e della salute e la buona condotta delle aziende presenti sul territorio. Ci auguriamo che il rapporto professionale tra l’Assessore Iovine e la RIAB\ITROFER  non  lasci alcuna zona d’ombra in merito.

da IL CENTRO 07 febbraio 2013

Sanzioni pecuniarie al titolare della Itrrofer e della Riab di contrada Foreste, i due stabilimenti sequestrati nel 2010

MONTESILVANO. Numerose violazioni alle leggi ambientali, inquinamento, danni alla salute dei vicini a causa dell’emissione di sostanze nocive, disturbo alla quiete con rumori molesti, inosservanza dei provvedimenti dell’autorità. E’ un lungo elenco di reati quello di cui doveva rispondere Domenico De Patre, imprenditore montesilvanese di 72 anni, titolare di due aziende che si occupano del trattamento di rottami ferrosi: la Riab (Rottami industria abruzzese) srl, con sedi in contrada Foreste e via Danubio, e la Itrrofer (Industria trasformazione rottami ferrosi) srl, con sede in contrada Foreste.