Tag Archives: discarica

MELONI E MARSILIO A MONTESILVANO PER CERTIFICARE L’INCAPACITÀ DECENNALE DEL CENTRODESTRA: RIDICOLI!

BONIFICA SALINE REGIONE E COMUNE CAMPIONI DI ANNUNCI E RITARDI 

Ridicola passerella sulle sponde del fiume Saline (Sito di bonifica di interesse regionale) da parte di Giorgia Meloni (Fratelli d’Italia) e del candidato alla regione Abruzzo per il centrodestra Marco Marsilio.

Giorgia Meloni con le sue dichiarazioni è venuta a certificare l’incapacità del centrodestra al governo della città, figuriamoci alla guida della Regione. Incapacità che vengono da lontano. Tra il 2010 e il 2012, l’allora Giunta regionale Chiodi (centrodestra) impiegò oltre un anno per commissariare la giunta comunaleCordoma sempre di centrodestra per la mancata  messa in sicurezza della discarica di Villa Carmine. Messa in sicurezza a tutt’oggi non ancora conclusa! L’accordo di programma tra comuni, ministero e regione, con le risorse assegnate e non spese risale al 2009! L’allora assessore all’ambiente della giunta Cordoma Ernesto De Vincentiis, è assessore anche della giunta Maragno, le incapacità si premiano a destra.

COSA POTREBBE ACCADERE A MONTESILVANO CON UN CEDIMENTO DELL’ARGINE DEL FIUME SALINE?

Comunicato stampa 28 gennaio 2014

argine retrostante Portoallegro_PalacongressiLettera  alle  autorità competenti per scangiurare quanto avvenuto nel modenese in seguito alla rottura dell’argine del secchia

Questa mattina abbiamo inviato una lettera al Sindaco del Comune di Montesilvano Attilio Di Mattia, al Commissario ad acta per l’ex discarica Villa Carmine Domenico Orlando, all’Assessore provinciale per il Servizio Genio Civile Mario Lattanzio, al Servizio Genio Civile della Provincia di Pescara e per conoscenza al Prefetto di Pescara Vincenzo D’Antuono per  mettere al corrente le autorità competenti della grave situazione in cui versano due tratti sensibili del Fiume Saline.

Bonifica S.I.N. Fiume Saline: cosa vengono a raccontarci a 2 giorni dalle elezioni Finocchiaro (PD) e Attilio Di Mattia (Pdci-Sel,…,Udc) ?

Sui giornali apprendiamo che alle ore 19 la senatrice Finocchiaro sarà con Attilio Di Mattia presso la discarica di Villa Carmine per illustrare una proposta in merito alla bonifica.

Per noi parlano le denunce, i fatti, i video come quello che riportiamo qui sotto  risale al 2008, 4 anni fa, non scopriamo ora il Saline.

Discarica Villa Carmine la regione commissaria Cordoma. Rinfodazione interroga la Regione e rende noto il fatto.

Discarica di Villa Carmine: la Regione commissaria Cordoma

 

Comunicato stampa 13 marzo

Grazie alla interrogazione presentata da Rifondazione Comunista apprendiamo e possiamo rendere pubblica la notizia che la Regione Abruzzo sta procedendo al commissariamento del Comune di Montesilvano.

L’assessore Di Dalmazio rispondendo durante il Question time lo scorso 6 marzo all’interrogazione con cui Rifondazione chiedeva le ragioni del ritardo ha comunicato che la Giunta regionale con delibera n.814 del 28 novembre 2011 ha dato via libera alle procedure di commissariamento del comune di Montesilvano per la MISE (messa in sicurezza d’emergenza) della discarica di Villa Carmine situata nel Sito di bonifica di interesse nazionale del Saline-Alento.

La Regione Abruzzo ha impiegato un anno per procedere al commissariamento,  infatti il 6 dicembre 2010 il Ministero, come si evince a pagina 8 del verbale di conferenza di servizio decisoria pubblicato sul sito della regione Abruzzo (http://www.regione.abruzzo.it/xambiente/docs/bonificheSalineAlento/VerbaleCDSdecisoria06_12_2010.pdf)  aveva intimato alla Regione Abruzzo e quindi a Chiodi di procedere al commissariamento  del comune di Montesilvano e alla nomina di un commissario ad acta per la produzione dei risultati del Piano di caratterizzazione e alla messa in sicurezza della discarica di Villa Carmine per la “reiterata inerzia” e  le gravi ed annose inadempienze della giunta comunale di centrodestra in carica dal 2007. In 5 anni l’elenco delle inadempienze e dei richiami collezionati è lungo e dettagliato: ciononostante il centrodestra impegnato a litigare e nella girandola di  assessori e dirigenti si è permesso anche di ignorare le riunioni convocate per il Sito di Bonifica, alla faccia della tutela dell’ambiente, del fiume del mare e della salute dei cittadini.