Tag Archives: Ottavio De Martinis

FANGHI E RIFIUTI ABBANDONATI. UFFICIO BONIFICHE REGIONE ABRUZZO SCRIVE AL COMUNE

2 LETTERE INCHIODANO DE MARTINIS SU PRECISE RESPONSABILITÀ.

Dopo le denunce di Rifondazione Comunista di giugno e luglio sui sedimenti abbandonati e livellati lungo le sponde del Fiume Saline, l’ufficio bonifiche della Regione Abruzzo mette nero su bianco che “non ha autorizzato alcuna operazione di deposito e/o movimentazione di sedimenti né ha avuto notifica da parte di altri Enti o di privati dello svolgimento di simili operazioni nel sito indicato nella segnalazione.” Inoltre si conferma quanto avevamo sostenuto ovvero che <<Il sito nel quale sono stati accumulati i sedimenti si trova all’interno del perimetro del SIR “Fiumi Saline e Alento”, istituito con DGR n. 404 del 19.05.2014. Pertanto, le attività e gli interventi effettuati nell’ambito di tale area devono essere svolte con osservanza alle disposizioni contenute nelle direttive regionali di cui alla DGR n. 80/2020 “Criteri di individuazione di Siti di Interesse Regionale (SIR) e Linee Guida per le relative indagini ambientali>>.

FANGHI FIUME SALINE. NESSUNA RISPOSTA DA COMUNE E REGIONE. I CUMULI SONO STATI SPARSI SULLA SPONDA DESTRA.

Dopo 4 settimane dalla nostra segnalazione sui fanghi lungo la sponda destra del Fiume Saline in prossimità della foce a ridosso dell’area di rimessaggio delle imbarcazioni, nessuna risposta è pervenuta da Comune e Regione, nel frattempo i cumuli sono stati sparsi lungo la sponda destra.

Qualcuno ha autorizzato questo nuovo intervento?

Rimangono ancora senza risposta i nostri interrogativi.

1) Da dove provengono i sedimenti? Chi ha autorizzato l’intervento?

MONTESILVANO: SPIAGGE LIBERE AI PRIVATI TANTE OMBRE E ZERO TRASPARENZA. 10 METRI AI CONFINANTI: UNA FURBATA!

MANIFESTO DI INCAPACITÀ DEL CENTRODESTRA.

È trascorsa una settimana dall’annuncio dell’assessore Aliano delle “spiagge libere ai privati”, eppure della delibera di giunta n.128 del 19 giugno non c’è traccia neppure sull’albo pretorio, figurarsi lo schema di convenzione tra comune e balneatori richiedenti. La trasparenza resta una chimera, ci auguriamo intervenga la segretaria generale del comunale Angela Erspamer.

RIFONDAZIONE DIFFIDA AMMINISTRAZIONE A FERMARE LAVORI SU VIA ALDO MORO. PROGETTO E TEMPISTICA ERRATI

UN BLUFF. LA RIQUALIFICAZIONE NON C’è! SI ROMPE LA CICLABILE E SI RIALZA LA CARREGGIATA. UN PERICOLO PER LE UTENZE DEBOLI. MANCANO FONDI E DOCUMENTAZIONE.

Oggi stesso come Rifondazione Comunista abbiamo inviato un esposto diffida a fermare il cantiere per il progetto “Nuova viabilità ciclabile e veicolare – Via Aldo Moro” e ripristinare siepe frangivento spiaggia libera tra “Sabbia d’Oro – Bagni Bruno” al Comune di Montesilvano (PE)  e per conoscenza alla Direzione demaniale Riserva naturale Santa Filomena, alla Capitaneria di Porto Pescara, all’Ufficio Demanio marittimo della Regione Abruzzo e alla Soprintendenza Archeologia, Belle arti e Paesaggio della Regione Abruzzo.