Tag Archives: rifiuti

FANGHI E RIFIUTI ABBANDONATI. UFFICIO BONIFICHE REGIONE ABRUZZO SCRIVE AL COMUNE

2 LETTERE INCHIODANO DE MARTINIS SU PRECISE RESPONSABILITÀ.

Dopo le denunce di Rifondazione Comunista di giugno e luglio sui sedimenti abbandonati e livellati lungo le sponde del Fiume Saline, l’ufficio bonifiche della Regione Abruzzo mette nero su bianco che “non ha autorizzato alcuna operazione di deposito e/o movimentazione di sedimenti né ha avuto notifica da parte di altri Enti o di privati dello svolgimento di simili operazioni nel sito indicato nella segnalazione.” Inoltre si conferma quanto avevamo sostenuto ovvero che <<Il sito nel quale sono stati accumulati i sedimenti si trova all’interno del perimetro del SIR “Fiumi Saline e Alento”, istituito con DGR n. 404 del 19.05.2014. Pertanto, le attività e gli interventi effettuati nell’ambito di tale area devono essere svolte con osservanza alle disposizioni contenute nelle direttive regionali di cui alla DGR n. 80/2020 “Criteri di individuazione di Siti di Interesse Regionale (SIR) e Linee Guida per le relative indagini ambientali>>.

SEDIMENTI SULLE SPONDE DEL FIUME SALINE. SONO STATI ANALIZZATI? COME VERRANNO SMALTITI? SITO DI BONIFICA TERRA DI NESSUNO.

LETTERA A COMUNE, REGIONE E MINISTERO.

In questi giorni abbiamo ricevuto la segnalazione di diversi cumuli di sedimenti lungo la sponda destra del Fiume Saline in prossimità della foce a ridosso dell’area di rimessaggio delle imbarcazioni.

L’area è all’interno del Sito di Interesse Regionale per le Bonifiche Saline-Alento (fino al 2013 Sito nazionale per le Bonifiche) e occorre rispettare le norme e le prescrizioni del testo unico sull’ambiente (L.152/2006). Terreni e sedimenti vanno considerati come rifiuto a tutti gli effetti, e prima di essere movimentati e smaltiti, vanno analizzati e caratterizzati.

Come Rifondazione Comunista abbiamo inviato una lettera a Comune di Montesilvano, Regione Abruzzo, Ministero dell’Ambiente, Carabinieri Forestali e Polizia provinciale.

COSA POTREBBE ACCADERE A MONTESILVANO CON UN CEDIMENTO DELL’ARGINE DEL FIUME SALINE?

Comunicato stampa 28 gennaio 2014

argine retrostante Portoallegro_PalacongressiLettera  alle  autorità competenti per scangiurare quanto avvenuto nel modenese in seguito alla rottura dell’argine del secchia

Questa mattina abbiamo inviato una lettera al Sindaco del Comune di Montesilvano Attilio Di Mattia, al Commissario ad acta per l’ex discarica Villa Carmine Domenico Orlando, all’Assessore provinciale per il Servizio Genio Civile Mario Lattanzio, al Servizio Genio Civile della Provincia di Pescara e per conoscenza al Prefetto di Pescara Vincenzo D’Antuono per  mettere al corrente le autorità competenti della grave situazione in cui versano due tratti sensibili del Fiume Saline.

REGIONE ABRUZZO: DUBBI SULL’IMPIANTO ARROWBIO E LA RACCOLTA STRADALE.

Comunicato stampa 06 giugno 2013.

E la società Arrows incassa altri 30.000 euro.

Pochi giorni fa è stato pubblicato sul sito di Ambiente Spa il verbale della riunione del 10 aprile 2013 in merito all’impiantistica per il trattamento dei rifiuti da realizzare e attivare in Provincia di Pescara. Nel corso della riunione, alla quale hanno partecipato i sindaci di Montesilvano, Città S. Angelo, Spoltore e Tocco da Casauria(PE), il direttore regionale  del servizio gestione rifiuti Franco Geraldini ha ribadito la “necessità di diffondere sistemi di raccolta differenziata da parte dei comuni e delle loro rappresentanze comprensoriali, basati su modelli domiciliari (cd “porta a porta”) al fine di raggiungere i previsti obiettivi minimi (%)” ricordiamo che il bando del comune di Montesilvano per la raccolta dei rifiuti prevede la raccolta stradale che lo stesso Geraldini definisce tra i sistemi “inefficaci e quindi superati sul piano organizzativo e culturale” che quindi non consentono il raggiungimento dell’obiettivo europeo del 65%, contrariamente a quanto afferma il sindaco Di Mattia.